IL BLOG di Arkys

L’importanza del Facebook remarketing

18 Ott 2018
L'importanza del Facebook remarketing

Per sfruttare al meglio il tuo budget è fondamentale fare del Facebook remarketing parte della tua strategia pubblicitaria su Facebook.

La pubblicità sui social media ha trasformato il modo in cui le aziende raggiungono online i clienti potenziali e quelli esistenti. Facebook, ora con 2,2 miliardi di utenti, rimane uno dei più grandi protagonisti dello spazio pubblicitario digitale (conta oltre 8 milioni di inserzionisti di cui circa 2 milioni su Instagram) Pertanto, non sorprende che Facebook abbia investito molto tempo e denaro per rendere la sua piattaforma il più utile possibile per gli inserzionisti.

Trova il tuo pubblico

Prima di iniziare qualsiasi campagna di Facebook remarketing, è importante che le tue attività di marketing stiano mirando alle persone giuste per il raggiungimento dei tuoi obiettivi altrimenti farai fatica a convertire i tuoi annunci in lead e vendite.
Cerca il tuo pubblico e assicurati di avere una buona comprensione della fascia di età, sesso, interessi e posizione. Se non sei sicuro di ciò, puoi consultare i dati di Facebook Audience Insight che ti consentiranno di conoscere molte informazioni utili sugli utenti che puoi raggiungere con determinate impostazioni di target, ma anche per un pubblico personalizzato che hai costruito o per chi è connesso con la tua pagina. Avrai quindi una migliore idea di chi e dove dovresti indirizzare i tuoi annunci.

Perché il Facebook remarketing?

Indipendentemente da quanto tu possa essere attraente e creativo nel creare campagne Facebook, è piuttosto raro (o il fattore C è veramente prevalente) che si abbia una conversione la prima volta che qualcuno fa clic sul tuo sito; è ancora più raro che i clienti convertano la prima volta che fanno clic sul tuo annuncio se non hanno mai sentito parlare del tuo brand o la tua strategia commerciale non è concorrenziale.

Noi, come consumatori, amiamo, credere di essere intelligenti con i nostri soldi!

Ci piace anche giocare sul sicuro consegnando i nostri dati di pagamento sensibili. E se la tua prima campagna pubblicitaria su Facebook sta ottenendo Commenti, Mi piace, follower e, soprattutto, clic sul tuo sito, hai già vinto!

Non accantonare quei potenziali clienti solo perché non hanno convertito subito!

Crea segmenti di pubblico per il remarketing

Quando si crea una strategia di Facebook remarketing, è importante suddividere il pubblico in diversi segmenti per diverse forme di remarketing. Un modo per dividere il pubblico può essere in quelli che hanno fatto clic sul tuo sito ma non hanno acquistato, quelli che hanno fatto clic sul tuo sito e hanno avviato la procedura di checkout e quelli che hanno fatto clic sul tuo sito e hanno effettuato un acquisto.

Ogni sezione del tuo pubblico richiederà probabilmente una campagna di remarketing diversa, potrai puntare su chi ha abbandonato il carrello della spesa con codici e offerte di sconto è spesso più efficace.

Le persone di questo pubblico potrebbero aver abbandonato il carrello a causa di costi imprevisti – come la spedizione – o volevano riconsiderare il costo; per un sacco di persone in questo pubblico il prezzo sarà stato forse un fattore importante nel motivo per cui hanno abbandonato il carrello. Tuttavia, potrebbe essere utile anche – se hai le loro e-mail – chiedere direttamente perché non hanno mai completato l’acquisto e poi fare pubblicità di conseguenza.
Per coloro che hanno già effettuato un acquisto si potrà fare remarketing offrendo loro prodotti leggermente più costosi. Queste persone già conoscono il tuo brand, hanno già sperimentato il tuo servizio e saranno più disposti a impegnarsi ad acquistare prodotti a un prezzo più alto.

Non dimentichiamo qualcosa?

Prima di costruire i tuoi annunci di retargeting di Facebook, assicurati di avere il Facebook Pixel installato sul tuo sito web; il pixel traccerà tutti i visitatori dalle tue campagne pubblicitarie di Facebook e ti permetterà di retargetarli facilmente attraverso Facebook. È importante notare che le leggi GDPR recentemente introdotte dettano l’obbligo di notificare a tutti i visitatori del sito che verranno utilizzati cookie, ovvero il pixel di Facebook, per monitorarli a scopi pubblicitari.

Avere pazienza e analizzare i dati

Inizia con piccoli budget assegnati a ciascun annuncio e aumenta solo se questi annunci sembrano ottenere risultati. Troppe persone entrano nella pubblicità su Facebook, ci buttano un sacco di soldi, non gli danno tempo e poi decidono che è inutile, che e non funziona! Consenti alle tue campagne di funzionare per alcuni giorni in modo che gli algoritmi di Facebook possano raccogliere i dati per aiutarli a targetizzare in modo ancora più specifico.

Padroneggiare la pubblicità su Facebook e trovare ciò che funziona per la tua azienda richiede tempo.

Assicurati quindi che con ogni campagna Facebook includa anche un budget per il remarketing; le statistiche mostrano quanto è prezioso e quale ottimo modo non solo per incoraggiare i nuovi clienti, ma anche per far sì che i vecchi clienti tornino ancora e ancora e ancora!

Pierfrancesco Rizzo

Arkys Co-Founder. CTO - Digital Marketing & IT Architect. Amante del Food & Beverage